Tags: News Helios

Dopo le modifiche introdotte nel 2021 relative al tracciato xml, a codici natura più dettagliati e nuovi “Tipo Documento”, anche per il 2022 sono previste delle novità rilevanti in tema di fatturazione elettronica, che riguardano per lo più lo scambio con clienti e fornitori internazionali. L’obiettivo dell’Amministrazione finanziaria è quello di far transitare dallo SDI il maggior numero possibile di documenti rilevanti ai fini IVA e di renderli sempre più dettagliati, al fine di consentire la nascita della “Dichiarazione IVA precompilata”.

Cosa cambia nel 2022? Stop all’esterometro, al via la trasmissione tramite SDI

Viene abolito l’esterometro: le aziende italiane, infatti, non dovranno più compilarlo. A partire dal 1° luglio 2022 i dati delle operazioni attive e passive con soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato dovranno transitare dal Sistema di interscambio (SDI), ad esclusione delle operazioni documentate da bolla doganale o per le quali è stata emessa o ricevuta la relativa fattura elettronica.
In questo senso il nostro Paese è pioniere, essendo l’unico ad aver introdotto l’obbligo della fatturazione elettronica in formato standard per PA e B2B già da tempo.
Le operazioni attive con soggetti esteri dovranno essere inviate tramite SDI entro i termini legislativi canonici utilizzando i consueti codici “natura” e “tipo documento” e avendo cura di indicare come codice destinatario le sette “x” e di inviare al cliente estero la fattura in formato cartaceo, che rimane l’unico documento valido ai fini fiscali per il cliente.
Per le operazioni passive, invece, i dati relativi all’inversione contabile o all’autofattura che prima transitavano per mezzo dell’esterometro, a partire dal primo luglio 2022 dovranno essere trasmessi allo SDI tramite un apposito file xml, utilizzando i nuovi “Tipo Documento” appositamente introdotti, nel termine del 15esimo giorno del mese successivo a quello di ricezione della fattura o effettuazione dell’operazione.

Le novità in vigore già da gennaio 2021

Per quanto riguarda il tracciato XML, le novità più rilevanti già in vigore dal 1° gennaio 2021, sono relative all’introduzione di nuovi codici per descrivere la tipologia di documento, la natura dell’operazione o il tipo di ritenuta con l’obiettivo di raggiungere un elevato grado di dettaglio nelle informazioni rilevanti ai fini IVA trasmesse attraverso lo SDI. I codici “Tipo Documento” sono passati da 7 a 18.
Ecco l’elenco completo:

Codice Descrizione
• TD01 Fattura
• TD02 Acconto/anticipo su fattura
• TD03 Acconto/Anticipo su parcella
• TD04 Nota di Credito
• TD05 Nota di Debito
• TD06 Parcella
Nuovi codici "Tipo Documento"
Codice Descrizione
• TD16 Integrazione fattura reverse charge interno
• TD17 Integrazione/autofattura per acquisto servizi dall’estero
• TD18 Integrazione per acquisto di beni intracomunitari
• TD19 Integrazione/autofattura per acquisto di beni ex art.17 c.2 DPR n. 633/72
• TD20 Autofattura per regolarizzazione e integrazione delle fatture (art.6 c.8 d.lgs. 471/97 o art.46 c.5 D.L. 331/93)
• TD21 Autofattura per splafonamento
• TD22 Estrazione beni da Deposito IVA
• TD23 Estrazione beni da Deposito IVA con versamento dell’IVA
• TD24 Fattura differita di cui all’art.21, comma 4, lett. a)
• TD25 Fattura differita di cui all’art.21, comma 4, terzo periodo lett. b)
• TD26 Cessione di beni ammortizzabili e per passaggi interni (ex art.36 DPR 633/72)
• TD27 Fattura per autoconsumo o per cessioni gratuite senza rivalsa

I codici “Natura Operazione” (anche detto “Codice Natura”) sono passati da 7 a 21.

Ecco l’elenco completo e aggiornato.

Codice     Descrizione

  • N1 Operazioni escluse ex art. 15
  • N2 Operazioni non soggette
  • 1 Operazioni non soggette ad IVA ai sensi degli artt. da 7 a 7-septies
  • 2 Operazioni non soggette – altri casi
  • N3 Operazioni non imponibili
  • 1 Operazioni non imponibili – esportazioni
  • 2 Operazioni non imponibili – cessioni intracomunitarie
  • 3 Operazioni non imponibili – cessioni verso San Marino
  • 4 Operazioni non imponibili – operazioni assimilate alle cessioni all’esportazione
  • 5 Operazioni non imponibili – a seguito di dichiarazioni d’intento
  • 6 Operazioni non imponibili – altre operazioni che non concorrono alla formazione del plafond
  • N4 Operazioni esenti
  • N5 Regime del margine/IVA non esposta in fattura
  • N6 Inversione contabile
  • 1 Inversione contabile – cessione di rottami e altri materiali di recupero
  • 2 Inversione contabile – cessione di oro e argento puro
  • 3 Inversione contabile – subappalto nel settore edile
  • 4 Inversione contabile – cessione di fabbricati
  • 5 Inversione contabile – cessione di telefoni cellulari
  • 6 Inversione contabile – cessione di prodotti elettronici
  • 7 Inversione contabile – prestazioni comparto edile e settori connessi
  • 8 Inversione contabile – operazioni settore energetico
  • 9 Inversione contabile – altri casi
  • N7 IVA assolta in altro stato UE (vendite a distanza ex art. 40 commi 3 e 4 e art. 41 comma 1 lett. b), D.L. n. 331/93; prestazione di servizi di telecomunicazioni, tele-radiodiffusione ed elettronici ex art. 7-sexies lett. f), g), DPR n. 633/72 e art. 74-sexies, DPR n. 633/72)

La soluzione Softeam per la fatturazione elettronica

Softeam propone il modulo dedicato alla contabilità all’interno del proprio software Helios che viene costantemente aggiornato per rispondere ai cambiamenti normativi.
ll modulo consente di eseguire tutte le operazioni relative alla gestione della contabilità delle PMI e fornisce un sistema completo per la rilevazione e la consuntivazione di tutte le attività contabili, con una visione complessiva dei flussi finanziari dell’azienda.
Helios consente di ottemperare a tutti gli adempimenti obbligatori per la nuova fatturazione elettronica, con un solo click, attraverso una soluzione nativamente integrata.
Abbiamo scelto il sistema di trasmissione a mezzo PEC per gestire i flussi di invio e ricezione delle fatture in formato elettronico: attraverso il modulo della fatturazione elettronica è possibile inviare e ricevere fatture in formato elettronico senza il bisogno di ricorrere a piattaforme di terze parti: l’importazione delle fatture elettroniche d’acquisto e la procedura di registrazione contabile viene gestita in Helios grazie alla possibilità di importare automaticamente le fatture ricevute sulla PEC, e offre, inoltre, la possibilità di integrare il file XML con i PDF dei documenti.

Softeam - White Paper - Smart Food: I vantaggi di orchestrare la produzione e garantire qualità e tracciabilità