Tags: Industria 4.0 Smart Manufacturing IIOT

Secondo l’osservatorio privilegiato di UCIMU, nel primo trimestre 2022, l’indice degli ordini di macchine utensili elaborato dal suo Centro Studi & Cultura di Impresa segna un leggero calo (-3%) rispetto al periodo gennaio-marzo 2021. In valore assoluto l’indice si è attestato a 164 (base 100 nel 2015). Sul risultato ha pesato la riduzione della raccolta ordini sul mercato interno, crescono invece le richieste dall’estero.

In uno scenario di questo tipo, essere una Fabbrica Intelligente significa poter godere di tutti i vantaggi e avere di fatto diversi strumenti per affrontare un mercato sempre più complesso, specializzato, veloce e connesso come quello della macchina utensile.

I vantaggi per la smart factory

I vantaggi di intraprendere un percorso personalizzato verso la digitalizzazione della propria impresa sono molteplici, da una migliore efficienza produttiva che si traduce in risparmio economico fino a migliori previsioni di business e innovazione di prodotti e processi.

Ecco di seguito alcuni tra i più importanti vantaggi:

1. Risparmio economico
La fabbrica intelligente di oggi, attivando gli strumenti di IIoT necessari, può supportare un risparmio economico grazie a un utilizzo più intelligente delle macchine. La macchina connessa invia dati e informazioni in tempo reale e, quindi, grazie al software IIoT è possibile analizzare quelle informazioni e agire velocemente in caso di malfunzionamenti o guasti, evitando fermi macchina e, di conseguenza, ulteriori risorse economiche per un intervento tecnico fisico.

2. Efficienza
La produzione diventa più precisa: con un controllo intelligente delle macchine si possono evitare sprechi o elevate giacenze di magazzino; si riducono inoltre gli scarti o errori di produzione, grazie a un’azione tempestiva sulle macchine.

3. Previsioni di business
Grazie a dati e informazioni veloci e reali l’impresa 4.0 può realizzare delle previsioni future più precise sul business, analizzando, per esempio, i periodi in cui le vendite sono maggiori è possibile prendere delle decisioni di business informate e puntuali che portano a un vantaggio competitivo nel proprio mercato di riferimento.

4. Impatto ambientale
Le macchine, soprattutto nelle aziende più energivore, sono fonte di un consumo consistente di energia. Ecco che utilizzarle in modo più intelligente, connesso e quando è necessario per la produzione, consente anche un risparmio a livello energetico e, di conseguenza, ancora una volta economico. Ancor più questo approccio genera anche un impatto ambientale ridotto, grazie a un uso più adeguato delle risorse.

5. ROI maggiore e veloce
Gli strumenti IIoT hanno un ROI (Return on Investment) elevato e veloce, grazie ai benefici di questi strumenti sul business, principalmente legati a guasti predittivi, diagnostica basata sui dati e ottimizzazione dei dispositivi, automatizzando anche alcune azioni direttamente sull'apparecchiatura per una migliore accuratezza predittiva e tempi di risposta più rapidi. Oltre a poter usufruire, come anticipato, dei vantaggiosi incentivi per diventare una fabbrica intelligente 4.0.

6. Innovazione di prodotto
Grazie all’analisi dei dati delle macchine è possibile innovare i propri prodotti, per esempio attivando delle analisi sulle parti delle macchine più predisposte all’usura e predisporre in modo tempestivo interventi e modifiche necessarie. Questo, inoltre, rende il comparto R&D più reattivo a livello di innovazione.

7. Innovazione di processo
L’analisi dei dati dei sistemi IIoT consente alla smart factory di modificare i processi produttivi, snellendo le procedure di monitoraggio che diventano più automatizzare e richiedono, quindi, un intervento manuale inferiore.

8. Sicurezza sul lavoro
Una strumentazione IIoT e IoT consente di offrire alle proprie risorse umane un valido supporto, diminuendo o eliminando situazioni critiche di pericolo personale o incidenti sul lavoro.

9. Visione futura anche per PMI o aziende tradizionali
Diventare un’impresa 4.0, anche grazie agli incentivi attualmente vigenti, è l’occasione per ogni azienda manifatturiera di innovare produzione e prodotti senza snaturarsi. Semplicemente si tratta di semplificare le operazioni esistenti, diventare così più efficiente e competitiva e offrire un supporto aggiuntivo alle capacità dei propri dipendenti.

10. Rapporto uomo-macchina
Il rapporto tra le persone e le macchine, a seguito di un aggiornamento in termini di adeguate competenze, è un rapporto più proficuo. Grazie ai dispositivi IIoT e IoT, infatti, molte azioni umane diventano superflue, sgravando sulle macchine i compiti più onerosi e dispendiosi, in termini economici e di tempo, affinché le persone possano dedicarsi ad attività più strategiche per l’azienda.

Digital pipeline: gli strumenti adeguati


Softeam negli anni ha acquisito le competenze tecniche necessarie per accompagnare le
imprese nel proprio personale percorso di digitalizzazione, partendo dal campo – con la
raccolta e l’analisi dei dati delle macchine – e utilizzando gli stessi dati negli applicativi aziendali, CRM, ERP o MES. Ecco gli strumenti adeguati per intraprendere la propria digital pipeline:

Nexum Gateway IIOT 4 Smart Maintenance: il modulo che integra il CRM con gli asset di fabbrica per la manutenzione 4.0
Orquestra IIOT 4 Data Manager per il monitoraggio della produzione, il controllo dei consumi e delle performance delle macchine
Lyra CRM, Offer & Service Management: l'alleato perfetto per la gestione delle informazioni, dal primo contatto al post vendita
Helios ERP&MES per una gestione integrata e puntuale di tutto il plant produttivo, dalla contabilità fino ai processi di qualità e tracciabilità.


Contattaci per avviare la tua personale digital pipeline per la tua fabbrica intelligente! Vieni a trovarci in fiera a Lamiera 2022 che si terrà in Fiera Milano Rho dal 18 al 21 maggio presso il Padiglione 15 stand E04 per poter toccare con mano le ultime innovazioni per la Smart Factory.

Lamiera 2022